Ravenna, 05/08/2019

Il racconto dell’evento finale della Startup School e i 4 progetti d’impresa vincitori

Lo scorso 30 luglio 2019 si è svolto presso la Camera di Commercio di Ravenna l’evento finale della Startup School, il percorso formativo che ha portato all’individuazione delle 4 idee di impresa vincitrici del Bando coLABoRA che verranno incubate per un anno nello spazio sulla Darsena e accederanno gratuitamente agli spazi e ai servizi previsti dal progetto. Il progetto è reso possibile anche grazie ai contribuiti resi disponibili da Eni nel quadro degli accordi di collaborazione con il Comune di Ravenna.

Ad aprire l’evento, i saluti di Barbara Naldini della Camera di Commercio di Ravenna che ha accolto i presenti soffermandosi sull’impegno e i servizi che la CCIAA mette a disposizione per le neo-imprese. Dopo di lei, l’Assessore allo sviluppo economico del Comune di Ravenna Massimo Cameliani ha ripercorso brevemente la storia del progetto coLABoRA – Lavorare insieme a Ravenna, e ha ricordato ai partecipanti oneri e onori legati alla creazione di un’impresa.

La parola è passata poi a Cecilia Mezzano di Fondazione Eni Enrico Mattei, che insieme ad altri colleghi ha seguito per tre giorni i partecipanti al bando, riscontrando da parte dei presenti grande impegno e professionalità: 9 idee imprenditoriali e 14 partecipanti che hanno lavorato senza sosta per fare in modo che il proprio progetto rientrasse tra i 4 che beneficeranno dei servizi dell’incubatore da settembre 2019 a settembre 2020.

Fondazione Eni Enrico Mattei sarà l’ente che, per il prossimo anno, supporterà il Comune nella gestione del progetto e si occuperà di assistere gli aspiranti startupper nella realizzazione della loro impresa.

Il microfono è passato poi ai veri protagonisti della mattinata, gli aspiranti imprenditori e imprenditrici, pronti a catturare l’interesse del Comitato Scientifico:

La Spirale, progetto di welfare legato alla neo-genitorialità e al benessere della persona; Touripp, portale di comparazione per la scelta del miglior viaggio organizzati; Togovan, progetto di Sharing Economy e marketing territoriale che mette in contatto gli appassionati di Van e gli amanti del viaggiare slow; Garage Lab, officina “sociale” e condivisa per amanti delle motociclette; L’arte ai piedi, idea che fonde fashion e arte per promuovere cultura e territori; Dudulab, labirinto interattivo che sollecita a cambiare punto di vista e interrogarsi su temi legati diritti umani; Youthub.Ra, progetto di sviluppo di un Hub Creativo associato alla rigenerazione urbana; Airitage, insieme di servizi rapidi e personalizzabili per la conservazione dei beni artistici privati; dpA Nautical Wind Turbine, un nuovo strumento capace di generare energia pulita quando non è possibile attaccarsi a una rete.

Il Comitato Scientifico, composto dalla dott.ssa Barbara Naldini della Camera di Commercio, dal dott. Alessandro Martini, dirigente alle Attività Economiche del Comune di Ravenna e dal Prof. Luca Mazzara, docente di economia e Presidente del Consiglio di Campus di Forlì, ha quindi proceduto alla selezione dei progetti e alla definizione della graduatoria finale.

Le idee d’impresa sono state valutate sulla base del lavoro svolto durante la StartUp School e secondo diversi criteri coerenti con il bando: dalla motivazione alla capacità espositiva, dalle potenzialità di successo dell’idea alle capacità del team di lavoro.

La selezione ha portato a individuare come primi quattro progetti dpA Nautical Wind Turbine, Touripp, Togovan e Airitage che, a partire dal 2 settembre, avranno accesso agli spazi e ai servizi offerti da coLABoRA.

La graduatoria è pubblicata sul sito del Comune di Ravenna, sul sito di coLABoRA e sul sito emiliaromagnastartup.

***

RASSEGNA STAMPA

Ravenna Today

Ravenna Notizie

Ravenna & Dintorni

Ravenna Web TV